Xbox

Recensione – Company of Heroes 2


Il nuovo titolo di Relic ha dovuto affrontare non poche difficoltà nel corso dell’ultimo anno, a partire dall’annuncio del Maggio scorso: i problemi finanziari di THQ si sono via via acuiti fino al definitivo collasso dell’azienda, che è stata costretta a vendere tutti gli assets in un’asta al miglior offerente, causando uno slittamento della data di rilascio di COH2 da Marzo a Giugno di quest’anno. Fortunatamente l’acquisto di Relic e del franchise di Company of Heroes da parte di SEGA (per una cifra record superiore ai 26 milioni di dollari) ha ricreato i presupposti per il team canadese di terminare lo sviluppo di questo RTS, a fronte anche di un ulteriore intervento di SEGA che ha aumentato il budget per la produzione del gioco.

277067327CompanyofHeroes2_Online_CityCombat

Da questo punto in poi Relic e SEGA sono riuscite a proporre delle soluzioni alternative per ricreare l’hype intorno al gioco, dopo i mesi di silenzio occorsi durante lo smembramento di THQ, con iniziative verso la community come la possibilità di conservare le statistiche della beta open a patto di comprare il gioco entro 2 mesi dalla sua uscita, proponendo tutta una serie di video come developer diary e mettendoci la faccia in prima persona per mantenere i contatti con la community e raccogliere feedback per nuove idee e per il bilanciamento. In parole povere, hanno finalmente attuato quel buon piano di marketing che è mancato allora a Company of Heroes, riuscendo già nella beta a superare il record di giocatori in contemporanea online su Company of Heroes, intorno ai 12 mila.

28121companyofheroes2_e32013_sinkingtank_jpg_640x360_upscale_q85

Company of Heroes 2 è, come il predecessore, un real time strategy game e tratta, nella sua campagna a giocatore singolo, della Seconda Guerra Mondiale sul fronte orientale, dall’inizio dell’Operazione Barbarossa fino alla conquista di Berlino, raccontata tramite l’espediente dei flashback da parte di un ex-tenente dell’Armata Rossa, Lev Abramovic Isakovich.

Il gioco è costruito su tre modalità: una campagna single player che racconta delle vicende di Isakovich, una modalità multiplayer che vede fronteggiarsi Armata Rossa e Ostheer (ovvero le armate tedesche sul fronte orientale) in partite dall’1vs1 al 4vs4, una modalità ibrida chiamata Theater of War, pensata e realizzata come tramite tra l’esperienza in solitaria e quella del multiplayer competitivo.

28126companyofheroes2_suppression_jpg_640x360_upscale_q85

Company of Heroes è, infatti, un gioco con una scala di apprendimento superiore alla media degli RTS, sia perché presenta delle meccaniche totalmente uniche nel genere, sia perché è un gioco in cui “ogni partita racconta una storia”, ed è solo con l’esperienza che si comprende appieno il funzionamento e il bilanciamento. Quest’ultimo è infatti costruito non su “Hard Counter” o sul meccanismo sasso/carta/forbice (come ad esempio in Starcraft II e Shogun 2) ma sui “Soft Counter”, ovvero su numerose unità che hanno il “potenziale” per essere counter le une alle altre ma la cui efficienza in battaglia dipende principalmente dal modo in cui il giocatore le sa utilizzare.

28123companyofheroes2_e32013_winterstandoff_copia_jpg_640x360_upscale_q85

Questo pone putroppo Company of Heroes in una nicchia ancor più ristretta di quella in cui già si trova per il genere di videogame di cui fa parte. Per questo motivo gli sviluppatori sono venuti in soccorso dei giocatori novizi tramite l’inserimento di tutorial video, più facili da apprendere e più immediati, e di una modalità quale Theater of War che consente di apprendere la maggior parte delle meccaniche utili nel multiplayer grazie a missioni create ad hoc per approfondire una specifica unità o una particolare manovra offensiva o difensiva.

28122companyofheroes2_e32013_unstablefooting_jpg_640x360_upscale_q85

Ma COH2 non è solo questo: è il voler raccontare, in una maniera mai vista prima ed assolutamente matura, credibile e realistica, cos’è la guerra e cosa comporta: le atrocità compiute non solo contro il nemico ma anche contro i propri commilitoni in nome della Madre Patria, la morale e l’etica che vengono totalmente soppiantate dal “bene superiore”, in nome di idee e valori assolutamente discutibili e che crescono fino a scoppiare letteralmente nell’assurdità dell’ordine n.227 “Non un passo indietro!” E alla conseguente uccisione di migliaia di soldati russi da parte dei loro stessi commilitoni. La lotta tra la preservazione della morale e la giustificazione di atti, pur crudeli, ma necessari per il bene di molti, è l’idea portante della narrazione di Company of Heroes 2.

 

Requisiti di Sistema PC

  • Configurazione Provata
  • La redazione usa il Personal Computer ASUS CG8250
  • Processore Intel Core i7-3770K @ 3.50GHz
  • 16 GB di RAM
  • Scheda video NVIDIA GeForce GTX780
  • Sistema operativo Windows 8
  • Requisiti Minimi
  • Processore 2Ghz Intel Core2 Duo
  • 2GB RAM
  • Scheda video 512MB Direct3D 10
  • 30GB di spazio su disco

Grazie per aver valutato questo articolo via Twitter!
Ti è stato utile questo articolo?
  • Poco
  • Inutile
  • Si molto
  • Abbastanza
  • Per Niente
  • No

Giudizio Finale

Gameplay 88%
Sonoro 87%
Narrazione 78%
Longevità 82%
Originalità 84%
Giocabilità 85%
Final Thoughts

Company of Heroes 2 è un seguito fedele, saldamente legato all'originale sia in termini tecnici che ludici. La campagna non riesce a fare un salto in avanti decisivo verso una maggiore immersività e le missioni non sono uniformi per qualità, però il gameplay ad orologeria di Relic regge senza problemi il peso degli anni, mescolando opzioni strategiche raffinate e un'interazione con l'ambiente di gioco su cui pochissimi altri titoli possono contare. Il risultato è da giocare, anche perché tra modalità principali, di contorno e una profonda componente multigiocatore c'è da divertirsi per parecchio tempo. Dopo tanti anni di attesa forse era lecito aspettarsi qualcosa in più, soprattutto in termini di rifiniture ed evoluzione visiva, ma la nuova vita dello sviluppatore canadese, ora sotto il controllo di SEGA, fa ben sperare per un supporto post lancio corposo e duraturo. Un titolo da avere, probabilmente una delle migliori esclusive PC dell'anno nel recinto dei così detti titoli "tripla A".

Overall Score 84% Company of Heroes 2
Readers Rating
1 votes
79

Company of Heroes 2

Acquista!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*